Thriller

DARK 2° stagione – La recensione

Era ormai da tempo, che tutti gli appassionati della serie tv DARK aspettavano la seconda stagione, soprattutto per capire cosa sarebbe successo a Jonas, catapultato da se stesso nel 2052. Le aspettative che avevo su questa stagione erano alte, ma sono state soddisfatte a pieno. Alcuni misteri sono stati svelati, mentre altri ancora creati. Sappiamo già di un rinnovo per una terza ed ultima stagione, che uscirà nel 2020, ma nel frattempo vediamo le impressioni su questa.

I personaggi nei vari anni del ciclo di DARK

Il cast è davvero vasto, se pensiamo a tutti i vari attori dei personaggi nel 1953, nel 1986, nel 2009 e nel 2052. Un notevole punto a favore di questa serie è vedere come gli attori che interpretano un determinato personaggio, nel corso degli anni, rimangano tutti sulla stessa linea d’onda e non sembri neanche che sia un attore diverso dal precedente a recitare. Davvero impressionante!

In questa stagione si apprezzano di più anche i personaggi che hanno avuto poca visibilità durante la stagione precedente. Un esempio sono Claudia Tiedemann e Noah.

Claudia Tiedemann - Dark

Claudia Tiedemann è interpretata nel 1953 da Gwendolyn Göbel, nel 1986 da Julika Jenkins e nel 2019 da Lisa Kreuzer . È un personaggio che in questa stagione ci racconta del suo passato, della sua vita, del rapporto con suo padre e ci fa comprendere parzialmente il suo ruolo nei viaggi del tempo.

Noah è interpretato da Mark Waschke ed in tutti gli anni del ciclo temporale il suo aspetto è sempre lo stesso. È un personaggio ambiguo, di cui si sa davvero poco e che ci lascia sempre con un punto interrogativo sulla sua provenienza o sul suo ruolo in tutto ciò che sta accadendo. In questa stagione si verrà a conoscere una parte della sua vita, ma resteranno ancora molti dubbi.

Jonas arriva nel 2052

Jonas Kahnwald - Dark

Jonas è sempre stato il fulcro di tutta la vicenda, a partire dal fatto che il padre Michael, non è altro che Mikkel Nielsen. La serie attraversa quella che può essere una metamorfosi del personaggio e rende un mistero cosa, chi e soprattutto che anno hanno determinato l’aspetto e la personalità di questo Jonas del 2052, segnato dalla vita. Mentre lo Jonas del 2019 cercherà di capire dove si trova ora, lontano dal proprio presente, anche le altre famiglie inizieranno a domandarsi cosa stia succedendo alla cittadina di Winden , soprattutto dopo le ultime sparizioni (Ulrich e Jonas).

Critica su DARK

Questa seconda stagione direi che è piena di sorprese e di misteri. I viaggi nel tempo sembrano essere un dialogo fra se stessi e quello che la vita potrebbe diventare se prendessimo determinate scelte. Certo, questo show parla di destino, ma se vogliamo trovare ulteriori tematiche da analizzare, è sicuramente un invito ad accettare le scelte che abbiamo compiuto, a conviverci ed a constatare che alcune volte non si può cambiare il corso degli eventi.

La trama si infittisce sempre di più con ancora più dettagli sulle famiglie e la loro storia, ma bisogna stare abbastanza attenti ai dialoghi per cercare di non lasciarsi sfuggire dettagli importanti e per collegare i vari personaggi.

Se non ti ricordi troppo gli eventi della prima stagione è sempre meglio fare un ripasso. Ti lascio qui il link del video riassunto dello Spacciatore Seriale https://www.youtube.com/watch?v=4_b6mzQAl7E

Aspetti tecnici

Il livello della recitazione è alto, ho davvero apprezzato le scene tra figli e genitori, dove i ruoli vengono ribaltati spesso.

La regia ha fatto un ottimo lavoro per quanto riguarda le atmosfere dark, il mistero e la giusta dose di spaesamento che già conoscevamo. I dialoghi sono dinamici, catturano l’attenzione dello spettatore e spingono a divorare una puntata dietro l’altra. Io avrei cercato di spiegare maggiormente i rapporti familiari tra i vari personaggi, come si sono evoluti, cosa ha causato le varie rotture… Ma forse è materiale per la terza stagione.

Il finale oserei dire che è ancora più epico della prima stagione. DARK lascia i presupposti per una vicenda ancora più complessa di quella che abbiamo visto fino ad ora, con eventi inspiegabili e sbalorditivi!

Il mio voto per questa stagione è 7.5!

Se hai voglia di entrare ancora di più nell’atmosfera di Dark, ti lascio i link con i gadget di Amazon!

Non leggere i commenti sotto l’articolo se vuoi evitare gli spoiler!

Facebookpinterestinstagram

3 pensieri su “DARK 2° stagione – La recensione

  1. Ti ho letto con attenzione, devi dire che concordo abbastanza … Una seconda stagione migliore anche della prima ma … C’è un ma …e sta nel finale … Che a mio avviso smentisce probabilmente un po’ tutti il resto ovvero le altre dimensioni sono un tema completamente in antitesi a tutta la filosofia del destino fin qui elaborata … Vedremo come ne escono fuori … Speriamo solo che non ci ritroviamo oltre ad altri mondi pure gli alieni se no la cosa diventerebbe senza controllo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *