Horror

Le terrificanti avventure di Sabrina: Parte 2 dal 5 aprile su Netflix

La serie Le terrificanti avventure di Sabrina è ispirata dal fumetto omonimo ed è ambientata nello stesso scenario di Riverdale, scritta e ideata da Roberto Aguirre- Sacasa, lo stesso che ha scritto il fumetto. La prima parte della prima stagione è stata rilasciata il 26 ottobre 2018 in occasione di Halloween, con uno speciale di Natale rilasciato il 5 dicembre. La seconda parte, invece è disponibile su Netflix dal 5 aprile 2019.

Una scelta sofferta

Sabrina e Le Sorelle Sinistre: Dorcas , Prudence e Agatha

La prima parte mi era piaciuta, ma devo dire che la seconda parte mi è piaciuta ancora di più.

Nella seconda parte Sabrina inizia a fare i conti con il suo patto con il diavolo; la sua firma nel Libro della Bestia. Dopo questa scelta, molto sofferta, per lei iniziano a cambiare molte cose, così come le scelte che la ragazza compie per trovare se stessa. Come quella di frequentare a tempo pieno l’accademia e quindi di accettare il lato oscuro.

Personaggi femminili forti

Padre Blackwood

In questi episodi vediamo che alcune tematiche che erano state solamente accennate nella prima parte, vengono approfondite. Una di queste è il contrasto tra la visione misogina di Faustus Blackwood ed il desiderio di Sabrina di poter riformare i dogmi della Chiesa della Notte secondo leggi più paritarie. Padre Blackwood dimostra ampiamente il suo disprezzo verso Sabrina e cercherà in tutti i modi di ostacolarla.

Zelda Spellmann

Sabrina non è l’unica donna che dimostra carattere in quello che fa, infatti anche Miss Wardwell/Lilith, Zelda e Prudence non si fanno mettere i piedi in testa da nessuno e soprattutto ottengono ciò che vogliono a qualunque costo. In questa modo avviene una distruzione del patriarcato sia per Blackwood, che ogni volta viene messo in discussione soprattutto da Sabrina, ma anche da Prucence e da Zelda, sia per Lucifero.

Miss Wardwell/Lilith

Divisa tra due mondi

Harvey, Sabrina e Nick

Un altro conflitto lo si vede anche nel cuore di Sabrina diviso tra il suo Harvey del mondo umano e l’affascinante Nick Scratch, che la aiuterà ad inserirsi all’accademia a tempo pieno.

Un fumetto sullo schermo

Della sceneggiatura si apprezzano i dialoghi con quell’ironia amara, che si adattano perfettamente allo scenario grottesco. Lo stile è surreale ed estremo, tipico del fumetto, mentre la rappresentazione del diavolo è a metà tra l’ironico e la parodia. La serie è concepita per un pubblico di adolescenti, ma direi che si adatta a tutte le età.

Suspense e musica

La colonna sonora è un grande punto a favore di questa serie. Già con la prima parte mi aveva colpito e devo dire che con la seconda parte non è venuta meno. Le scene, assieme alla musica si combinano perfettamente, esaltano quello che sia una scena di suspense o drammatica o anche della quotidianità, sempre con quel tocco di grottesco e quell’atmosfera tipica del fumetto.

Il mio voto per questa seconda parte è 8

La consiglio soprattutto a chi ama il genere horror, fantasy e grottesco ed ovviamente a chi è piaciuto Riverdale!

Ti metto qui il link per il fumetto, se hai adorato la serie, non puoi non acquistarlo!

Se ti è piaciuto questo articolo, potresti trovare interessante anche le 7 differenze più significative tra il fumetto e la serie.

Puoi trovarmi anche su Facebook come Il Narratore di Nuvole e su Instagram come @il_narratore_di_nuvole

Facebookpinterestinstagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *